AUMENTARE LA PRODUZIONE DEL FOTOVOLTAICO CON GLI OTTIMIZZATORI

Aumentare la produzione del proprio impianto fotovoltaico è il principale desiderio di tutti i fortunati possesori.

Ricordiamo brevemente il funzionamento di un impianto fotovoltaico.

I pannelli sono composti da un numero di celle in silicio, collegate in serie, generalmente 60 che sono in grado di catturare la luce proveniente dal sole e trasformale in corrente continua.

Diversi studi svolti prima dalla NASA che li utilizza per alimentare i satelliti o la stazione orbitante, poi da diversi istituti di ricerca come l'ENEA hanno determinato che l'efficenza di produzione è influenzata da 3  parametri.

  1. La posizione geografica
  2. L'inclinazione dei pannelli
  3. I grado di spostamento verso il SUD.

La posizione geografica determina il numero di ore di esposizione dei pannelli alla luce solare, più restano esposti più producono.

L'inclinazione e il grado di spostamento verso il SUD determinato l'incidenza della luce sulla superficie pannellata , la quale deve essere la più perpendicolare possibile.

Per arrivare a produrre l'energia annua necessaria dobbiamo collegare più pannelli in serie in modo tale che la somma delle potenze sia corretta per le necessità dell'immobile.

Il collegamento in serie è fondamentale, in alcuni casi però soprattutto in presenza di alberi, camini, foglie e sporco caduti sul pannello l'efficienza di produzione cala.

 

energetica dolare
energetica solare pannelli in serie

Quindi come aumentare la produzione impedendo le perdite?

Installando i cosiddetti OTTIMIZZATORI, che consento di rendere ogni pannello o la coppia indipendenti uno dall'altro.

In questo modo tutti i pannelli rendono al 100% sempre e nel momento in cui un o più pannelli vengono ombreggiati non fanno da collo di bottiglia.

In questo modo la produzione dell'impianto aumento fino al 20%

Questi piccoli apparecchi di facile installazione posso diventare l'ideale anche per gli impianti perfettamente esposti al sole. Perchè?

Vi ricordate l'immagine precedente quella del pannello con il sole? Bene! Tutti sappiamo che alla mattina e alla sera l'altezza del sole non corrisponde a quella del mezzogiorno.

Nonostante questo alcuni pannelli sono  colpiti dal sole ed iniziano a produrre o continuano a pordurre, però per l'effetto collo di bottiglia vengo frenati dagli altri pannelli non correttamente esposti.

Capite da soli quanta energia viene sprecata? Proprio nel momento in cui ne serve di piu!

VUOI AUMENTARE LA PRODUZIONE DELL'IMPIANTO?

acquista i tuoi ottimizzatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *